Personale aspettativa non retribuita prestito inpdap

Una volta richiesta l’autorizzazione al dirigente e stabilito che non esiste regime di incompatibilità il dipendente potrà svolgere un “altro lavoro” durante il periodo di aspettativa non retribuita. In conclusione, il dirigente può respingere la domanda o ritardarne l’accoglimento o ridurre la durata della aspettativa richiesta, esclusivamente “per motivi di servizio”, che vanno enunciati nel provvedimento. DURATA, RETRIBUZIONE E VALUTAZIONE DEL SERVIZIO L’aspettativa per motivi di famiglia, personali e di studio può essere richiesta senza soluzione di continuità o per periodi frazionati. Non è previsto un limite di durata massima, ma l'aspettativa si interrompe se vengono meno i presupposti per i quali è stata concessa. Anche qui è opportuno precisare che il permesso della p.a. Inoltre può essere revocata in qualunque momento per ragioni di servizio o in difetto di effettiva permanenza all'estero del dipendente in aspettativa. Prestiti, condizioni favorevoli anche per i pensionati. L’aspettativa è erogata dal dirigente scolastico al personale docente ed ATA. Dell'aspettativa per tossicodipendenza possono beneficiare anche i familiari dell'interessato alla riabilitazione, nel caso in cui siano chiamati a concorrere al programma di recupero. L’aspettativa infatti non è retribuita e di conseguenza incide sul trattamento economico. È quindi escluso il personale assunto per supplenza “breve”. Il quinquennio da prendere in considerazione è quello che verrà a scadere nell’ultimo giorno del nuovo periodo di aspettativa richiesto. LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO L’aspettativa per motivi di famiglia, personali e di studio è espressamente prevista dal CCNL comparto Scuola. La motivazione deve indicare i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell’amministrazione, in relazione alle risultanze dell’istruttoria. Non assume rilievo alcuno, secondo la Suprema Corte, che l'aspettativa sia stata concessa dopo la fine del periodo di comporto dal momento che questo non implica necessariamente un disinteresse o una rinuncia tacita al recesso da parte del datore. Per motivi particolarmente gravi è prevista la proroga eccezionale dell’aspettativa di durata non superiore a sei mesi. In tutti gli altri casi, l'aspettativa non è retribuita.

Legge di attrazione - Ecco le 6 paure che stanno ostacolando il successo nella tua vita (+ extra)

. Un altro tipo di aspettativa non retribuita riconosciuta dal nostro ordinamento è quella della quale possono beneficiare i lavoratori tossicodipendenti assunti a tempo indeterminato che intendono accedere ai programmi terapeutici e di riabilitazione. periodo di comporto, esaurito il quale può beneficiare finanche dell'aspettativa per poter pervenire ad una piena guarigione. Dovrà quindi motivare la richiesta esplicitando, anche in forma riservata, le condizioni personali, familiari e di studio. In particolare essa può essere richiesta per completare la scuola dell'obbligo, conseguire il diploma, la laurea o altro titolo di studio, partecipare ad attività formative diverse da quelle che finanzia o propone il datore di lavoro. Oppure può essere autorizzato all’esercizio di libere professioni che non siano di pregiudizio all’assolvimento di tutte le attività inerenti alla funzione docente e siano compatibili con l’orario di insegnamento e di servizio. © RIPRODUZIONE RISERVATA Articolo originale pubblicato su Money.it qui: Condividi questo post: Trading online in Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

L’aspettativa è erogata anche ai docenti di religione cattolica di cui all’art. L’impiegato non ha un diritto ad ottenere la concessione dell’aspettativa, ma soltanto un interesse, da valutarsi discrezionalmente da parte dell’amministrazione, in relazione alle esigenze di servizio. , il licenziamento non può considerarsi tardivo qualora, laddove al termine del periodo di comporto il lavoratore chieda anche un periodo di aspettativa, poiché solo dalla fine di tale momento ha inizio il decorso del tempo necessario per poter decidere. In conclusione, sia il docente richiedente l’autorizzazione all’eventuale attività lavorativa da svolgere durante il periodo di aspettativa, sia il dirigente che dovrà accordare tale richiesta dovranno muoversi nel quadro normativo sopra riportato. È indiscutibile che candidarsi a qualsiasi carica elettiva per concorrere democraticamente al governo del Paese o all'amministrazione delle singole unità territoriali sia un diritto di ogni cittadino. Il decreto sarà numerato progressivamente ed annotato nell’apposito registro dei decreti. Il dirigente è sempre tenuto a motivare l’eventuale provvedimento di diniego o di revoca dell’aspettativa. Personale aspettativa non retribuita prestito inpdap. Prestito gallarate. Più in generale la norma prevede che possono essere autorizzati altri incarichi di lavoro che rispondano a tali condizioni: la temporaneità e l’occasionalità dell’incarico. Tuttavia se laddove esaurito il periodo di aspettativa non riprenda il lavoro il dipendente può essere licenziato. È comunque palese che il dirigente scolastico potrebbe negare l’autorizzazione solo in quelle ipotesi in cui l’assenza del dipendente sarebbe di effettivo impedimento per le esigenze organizzative della scuola. La durata del congedo per gravi motivi familiari è di massimo due anni nell'arco della vita lavorativa, che possono essere richiesti sia in maniera continuativa che in maniera frazionata. Alfabeto keywords richiesta prestito. Rilevano i giudici di Piazza Cavour che nel caso di concessione di un termine di aspettativa dopo quello di malattia, i limiti temporali per il licenziamento debbono essere ritenuti dilatati. Giova precisare che se il rapporto di lavoro alle dipendenze della p.a. Pertanto, l’amministrazione potrebbe anche: concedere l’aspettativa per una durata inferiore a quella richiesta; differire nel tempo l’accoglimento della stessa richiesta; eventualmente disporre anche la revoca dell’aspettativa già concessa. Va infine segnalata l'aspettativa non retribuita per motivi personali, avendo cura di non confonderla con quella per gravi motivi familiari.

Permessi, aspettative e congedi - Orizzonte Scuola

. La disciplina specifica sulla richiesta e la fruizione di tale aspettativa, tuttavia, varia da settore a settore, trovando la sua fonte nei contratti collettivi nazionali di lavoro. Personale aspettativa non retribuita prestito inpdap

Commenti